Il Credo del Ranger

Riconosco di essere volontario come Ranger, accetto pienamente i rischi della mia scelta professionale e mi sforzerò sempre di sostenere il prestigio, l’onore e l’altro spirito dei Rangers.

Accetto il fatto che un Ranger rappresenta molto di più di un soldato di elite in grado di arrivare al limite estremo della battaglia via terra, mare e cielo. Approvo il fatto che come Ranger il mio Paese pretenda che io mi spinga più lontano, mi muova più velocemente e combatta più duramente di ogni altro soldato.

Non abbandonerò mai un camerata. Sarò sempre vigile, fisicamente forte, moralmente giusto è mi sobbarcherò più di quanto mi venga richiesto qualunque cosa sia. Al cento per cento e ancora di più.

Giustamente e con coraggio mostrerò che sono un soldato scelto e bene addestrato. Il mio rispetto verso gli Ufficiali, verso l’uniforme e la cura dell’equipaggiamento saranno per gli altri un esempio da seguire.

Energicamente affronterò i nemici del mio Paese e li sconfiggerò sul campo di battaglia perché sono meglio addestrato combattendo con tutta la mia forza. La sconfitta non è una parola dei Rangers. Non lascerò che un camerata in difficoltà cada nelle mani del nemico e per nulla al mondo metterò in imbarazzo il mio Paese.

Reattivamente mostrerò la forza d’animo necessaria per continuare a battermi in favore dell’obiettivo dei Rangers e completare la missione anche dovessi essere l’unico superstite.