Gli alpini all’Altare della Patria

Il Labaro dell’Associazione Nazionale Alpini è tornato a Roma per rendere omaggio alla tomba del Milite Ignoto, il soldato eletto cento anni fa, il 4 novembre 1921, a simbolo del sacrificio di tutti gli italiani Caduti nella Prima Guerra Mondiale.

Schierati come guardie d’onore lungo la scalinata del Vittoriano gli alpini dell’Ana e un picchetto in armi del 9° reggimento alpini de L’Aquila, mentre il Labaro era scortato dal nostro Presidente nazionale, Sebastiano Favero, con i Consiglieri nazionali, dal comandante delle Truppe Alpine, gen. C.A. Claudio Berto, con la Medaglia d’Oro al V.M. serg. Andrea Adorno e il comandante del 9°, col. Gianmarco Laurencig.

Il Presidente Favero e il gen. Berto hanno posto davanti al Sacrario una corona portata da un alpino dell’Ana e da un alpino del 9° Reggimento.

La breve ma intensa e significativa cerimonia ha di fatto dato anche il via alla serie di iniziative e manifestazioni che, da qui al 15 ottobre del 2022, in sinergia tra Ana e Truppe Alpine, celebreranno il 150° anniversario di fondazione del Corpo degli alpini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli

Articoli per mese