L’Esercito Italiano migliora i risultati di Rio 2016.

Con la tradizionale cerimonia di chiusura si è ufficialmente conclusa la XXXII edizione dei Giochi olimpici con risultati straordinari per l’Italia che a Tokyo 2020, grazie anche ai risultati degli atleti dell’Esercito Italiano, ha realizzato il record di 40 medaglie in 19 diverse discipline (10 d’oro, 10 d’argento e 20 di bronzo), migliorando il precedente primato di 36 che resisteva da Los Angeles 1932 e Roma 1960.


384 gli atleti qualificati per i Giochi di Tokyo, di questi 47 appartengono alla Forza Armata e di loro 8 sono saliti sul podio olimpico, conquistando un totale di 9 medaglie, 3 d’argento e 6 di bronzo, migliorando i risultati ottenuti nei Giochi Olimpici di Rio 2016.


In particolare, il Caporal Maggiore Scelto Vanessa Ferrari, alla sua 4^ olimpiade, dopo una serie di problemi fisici che avrebbero potuto compromettere la prestazione, è riuscita a ottenere il meritato argento nella disciplina della ginnastica artistica, specialità corpo libero. Il Caporal Maggiore Capo Diana BACOSI, dopo un’esaltante gara finale, è riuscita a ottenere uno straordinario argento nella disciplina del tiro a volo, specialità skeet.


Nel nuoto il Caporal Maggiore Federico Burdisso ha conseguito due bronzi, uno nei 200m farfalla e l’altro nella mista 4×100, mentre il Caporal Maggiore Lorenzo Zazzeri ha raggiunto l’argento nella 4×100 stile libero a squadre. Nel judo, categoria 52 kg, il Caporal Maggiore Scelto Odette Giuffrida è riuscita a ottenere un meritato bronzo. Bronzo anche nel sollevamento pesi, categoria 67 kg, per il Primo Caporal Maggiore Mirko Zanni, e nella scherma, specialità spada a squadre, per il Caporal Maggiore Capo Mara Navarria. Infine, un meritato bronzo anche nella lotta, categoria 97 kg, per il Caporale Abraham de Jesus Conyedo.


Un successo per l’Italia e per gli atleti militari dell’Esercito, che hanno contribuito a scrivere le pagine più belle di queste nostre Olimpiadi e che con rispetto, disciplina, sacrificio e costanza sanno coniugare i più alti valori educativi che derivano dalla pratica sportiva con i principi e le qualità morali del soldato italiano.

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli