In visita dal Gen. Gamba

Il gen. C.A. Ignazio Gamba ha incontrato nella base Nato di Giugliano in Campania, in località Lago Patria (Napoli), il Presiden­te della Sezione di Napoli, Campania e Calabria, Mar­co Scaperrotta (nella foto). Il gen. Gamba, da poco in­sediatosi a Napoli, ba dato il cambio al gen. C.A. An­tonio Vittiglio, destinato ad altro prestigioso incarico presso lo Stato Maggio­re dell’Esercito a Roma. Gamba è il nuovo Capo di Stato Maggiore del Comando Alleato del Sud Italia (chiamato ufficialmente Allied Joint Force Command Naples) e Capo del Command Element dell’Unione Europea. Ricordiamo che nel suo bagaglio professionale vanta diverse esperienze operative all’estero e in Italia, dove ha ricoperto prestigiosi incarichi di staff e di comando in unità interforze anche in contesti multinazionali. E stato il comandante della Triden­tina e vice comandante per il Territorio delle Truppe Alpine, ha comandato, inoltre, la brigata alpina Julia e il 4° Alpini paracadutisti Monte Cervino, ha avuto numerosi incarichi in ambito Nato, tra cui il Supreme Headquarters Allied Powers Europe in Mons e pres­so l’Allied Rapid Reaction Command a guida inglese. Nel particolare scenario intemazionale in continua evoluzione e caratterizzato da un’emergenza sanitaria di dimensioni globali, il gen. Gamba guiderà lo staff del Comando Alleato del Sud Italia, al fine di inter­pretare al meglio lo spirito dell’Alleanza nella difesa del territorio, della popola­zione e dei valori euroatlantici. Da parte loro, gli alpini di Napoli si sono resi disponibili per qualsiasi attività con il Comando Nato di Napoli, in particolare al fine di creare si­nergie con i soldati alleati, la Sezione ha offerto collaborazio­ne seppur in un periodo particolare dovuto agli aspetti sani­tari. Durante l’incontro il Presidente Scaperrotta ha parlato anche della costituzione del Corpo degli alpini, ricordando che il decreto venne firmato da re Vittorio Emanuele II il 15 ottobre 1872 proprio presso il Palazzo Reale di Napoli. Sca­perrotta ha invitato il generale a visitare la sede sezionale e anche il Palazzo Reale, in considerazione anche dei 150 anni dalla costituzione degli alpini che ricorrerà il prossimo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli