LA MARCIA DEI 40 KMT DEL COMSUBIN

Golfo dei Poeti – E’ la famigerata Marcia dei 40 km che chiude la fase terra del corso ordinario incursori. In spalla uno zaino con trenta chili di zavorra, in braccio il fucile. E di questi tempi, anche la mascherina sul volto. E quando appare la base del Varignano all’orizzonte, è allora che gli allievi incursori sanno di avere la stoffa per entrare nel Comsubin, il reparto d’elite della Marina Militare.
Ogni anno si rinnova il rito: una colonna lascia il Varignano e scarica gli aspiranti incursori nell’entroterra della Cinque Terre, non lontano da Punto Mesco. Avranno sette ore per marciare a piedi e tornare alle Grazie. Ci vuole una grande resistenza fisica, ma ancora di più serve una straordinaria forza mentale per rimanere dentro la prova. Gli anfibi consumano la zona montagnosa e costiera della provincia spezzina. Si parte singolarmente, a distanza di pochi minuti l’uno dall’altro. Ieri è toccato a 17 di loro. La tradizione continua.

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

1 commento su “LA MARCIA DEI 40 KMT DEL COMSUBIN”

  1. Grande ammirazione e rispetto per questi Allievi che hanno l’Italia e la nostra Bandiera nel cuore.
    (Se poi pensiamo che 40 Km in 7 ore , sono quasi 6 Km /ora, con zavorra e fucile….)
    Ragazzi che manterranno alto l’Onore di questa Nazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli