Conclusa l’esercitazione “SABRE 21”

Forze Speciali del 4° Reggimento Alpini Paracadutisti “Ranger” in addestramento tra l’altopiano di Asiago e il Friuli.

Attività “Full Spectrum” delle Forze Speciali dell’Esercito condotte in cooperazione con assetti specialistici nazionali e USA

Conclusa a Verona l’esercitazione “SABRE 21” che ha visto impegnato, per più di due settimane, il 4° Reggimento Alpini Paracadutisti “Ranger” in ambiente montano invernale.

L’esercitazione ha avuto lo scopo di testare e consolidare le capacità di Comando, Controllo, Comunicazione e Computer (C4), oltre alla condotta di attività “Full Spectrum” delle Forze Speciali del 4° Ranger, che hanno operato insieme ad assetti specialistici nazionali e statunitensi, in un ambiente ibrido e con una spiccata propensione multi-dominio.

L’attività si è svolta nel rispetto delle normative tese a limitare la diffusione del contagio da COVID-19 e ha visto lo schieramento di uno Special Operations Task Group (SOTG) che ha pianificato le operazioni delle proprie pedine operative, le Special Operation Task Units (SOTUs). Queste hanno condotto le attività esercitative fra l’altopiano di Asiago e il Friuli.

Durante la “SABRE 21”, oltre alle capacità di pianificazione dello staff, inclusivo di elementi del 28° Reggimento Comunicazioni Operative “Pavia” (PSYOPS) e del 33° Reggimento di Guerra Elettronica, è stata addestrata l’indispensabile interazione con gli assetti ad ala rotante del 3° Reggimento Elicotteri per Operazioni Speciali “Aldebaran” (REOS), del 4° e del 5° Reggimento dell’Aviazione dell’Esercito, rispettivamente l’“Altair” e il “Rigel”.

Sono state altresì testate le capacità dei sistemi informatici e di comunicazione radio e satellitare a lunga distanza, le procedure di movimento con motoslitta e su sci in ambiente innevato non permissivo, la cooperazione con velivoli dell’Aeronautica Militare italiana e USA, nonché con personale del 57° Rescue Squadron CSAR (Combat Search and Rescue) della US Air Force, unità statunitense di stanza ad Aviano.

FONTE E IMMAGINI: http://www.esercito.difesa.it

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla Newsletter

Archivio Articoli